INSIEME PER CURARVI

meglio

Il rischio clinico è definito come la possibilità che un paziente sia colpito da un evento avverso, cioè subisca un qualsiasi danno o disagio imputabile, anche se in modo involontario, alle cure mediche prestate durante tutto il periodo di degenza.

Questo opuscolo ha il compito di fornirti sinteticamente le informazioni utili per poter prevenire l’insorgenza di questi eventi, che potrebbero complicare il tuo decorso pre, intra e post-operatorio.

Con la tua collaborazione e quella dei tuoi familiari riusciremo a curarti meglio, limitando
così il rischio di incorrere in errori.

La Casa di Cura Leonardo ha in atto un efficace piano per la qualità e la sicurezza,  teso a migliorare le relazioni tra operatori-pazienti e tra operatori e di conseguenza migliorare le nostre modalità di lavoro.

NON DIMENTICARE I DOCUMENTI

Ricorda di portare con te i seguenti documenti personali e consegnarli al momento
dell’ accettazione, che si svolge al 1° piano della Casa di Cura Leonardo.

· Documento d’identità
· Tessera Sanitaria
· Certificato di ricovero del medico curante
· Non dimenticarti del certificato di malattia dell’INPS! 

Avverti la Capo Sala se ne hai bisogno,
questo ti verrà aperto e chiuso per via telematica
dalla Casa di Cura Leonardo direttamente.
Se per qualsiasi motivo, sei sprovvisto di uno di questi documenti
avverti subito la Capo Sala.
Utilizza il telefono cellulare con suoneria bassa per non disturbare il riposo
degli altri degenti. 

Gli orari  per le visite al reparto sono:
12.30/15.00
18.30/20.00

Si prega di rispettare tali orari per garantire la migliore assistenza ai degenti
e di entrare non più di 2 persone alla volta. L’accesso alla struttura
non è consentito dopo le 21 (orario di chiusura del cancello).
Eventuali accompagnatori per l’assistenza notturna devono essere
comunicati anticipatamente al personale di reparto. 

Il servizio giornali è disponibile ogni mattina
a partire dalle ore 10,30.
Per uso della rete Wi-Fi rivolgersi al personale del reparto.

COSA METTERE IN VALIGIA

Assicurati che in valigia ci siano:
● Pigiami/camicie da notte che non siano di intralcio nei movimenti e di numero sufficiente alla durata del ricovero.
● Ciabatte comode, con suole di gomma, senza tacchi e preferibilmente chiuse.
Scarpe chiuse nel caso di interventi protesici,
senza lacci ma con allacciatura a strappo.
● Una maglietta t-shirt di colore bianco, slip e calzini bianchi (in relazione al sito chirurgico).
● Biancheria e assorbenti per gli interventi ginecologici.
● Un elenco dei farmaci che assumi a domicilio e porta con te anche la terapia.
È vietato portare in sala operatoria: anelli, occhiali, bracciali, protesi dentarie mobili, apparecchi elettronici.
Rimuovi trucco, smalto semi permanente e lenti a contatto. 

Le responsabili dei reparti Sala Operatoria e Degenza
saranno liete di offrire chiarimenti in merito,
tutti i giorni dalle ore 16 alle ore 17.

L’INTERVENTO E IL POST INTERVENTO

● Ricorda di giungere in reparto con il sito chirurgico
opportunamente depilato

● Resta digiuno dalla mezzanotte del giorno precedente l’intervento.
● Se assumi terapia antiipertensiva o cardiologica in genere, la mattina dell’intervento, non dimenticarti di prenderla con un goccio di acqua

Se hai dubbi CHIAMACI
al numero 0571 902322

● Porta con te sempre la documentazione clinica rilasciata dal chirurgo durante le visite di controllo e gli esami diagnostici precedentemente effettuati (R.M.N., T.A.C., RX, Ecografie, Ecodoppler, etc).

● Quando prepari la valigia ricordati di portare tutta la documentazione consegnata durante la fase di pre-ospedalizzazione, tra cui:

● Consenso all’intervento e all’anestesia adeguatamente compilati, letti con la dovuta attenzione e firmati. 

È opportuno che al momento dell’ingresso in reparto le notizie relative al tuo intervento, degenza e trattamento post-operatorio siano ben chiare attraverso il colloquio effettuato in fase di pre-ospedalizzazione: comprendere il tuo stato di salute e qual è il percorso ospedaliero che devi seguire è un tuo diritto: chiedi spiegazioni quando temi di non aver compreso bene quello che ti è stato detto dal professionista che ti sta di fronte, facendo utilizzare parole più semplici se necessario.

Creare una buona alleanza tra te e il tuo ospedale ti permetterà di rispondere meglio ai trattamenti.

L’intervento chirurgico può procurare dolore nel periodo post operatorio. In tal caso è importante saperlo gestire tempestivamente con l’aiuto di terapia farmacologica opportunamente prescritta.

Ti verrà chiesto quindi di misurare il dolore che provi su una scala da 1 a 10.

Se la tua sensazione di dolore supera valore 3, ti verrà somministrata la giusta terapia farmacologica.

E ALLA DIMISSIONE?

Ti verrà opportunamente spiegato:

● Quando e come eseguire la medicazione del sito chirurgico.
● Quando presentarti ad eventuali controlli.
● Quando e dove far rimuovere i punti di sutura.
● I comportamenti da adottare a domicilio: riposo, sforzi fisici, guida, etc. 

Ti verrà consegnato:

● Lettera di dimissione nella quale saranno spiegati i trattamenti e le terapie ricevute, il decorso post-operatorio, la terapia da effettuare a domicilio.

● Copia degli esami ematici effettuati.
● Certificato di malattia INPS in formato cartaceo se richiesto al momento dell’ingresso. 

Tutto questo da consegnare al tuo medico curante. 

E se hai osservazioni o consigli da darci per poterti assistere ancora meglio,
siamo pronti ad ascoltarti.